Cos’ è Pangea – cycling on life’s origin

Cycling Pangea vuole “fare cultura in tempo reale sui pedali”, affiancando iniziative didattiche, sportive e di turismo eco-culturale. Pedalando con la sola forza umana, l’intento è quello di seguire, testimoniando in tempo reale e in modo continuativo, il percorso migratorio dalle origini della vita alle civiltà recenti più evolute, seguendo i riferimenti più significativi che si incontrano sulla linea della longitudine terrestre.

DSC_4156_klein

Seguendo  il percorso dalla prima vita sulla terra, alla prima migrazione dell’essere umano,  alle antiche civiltà, utilizzando le sole capacità  umane, il ciclista Alessandro Da Lio, pedalando, ripercorre  la linea evolutiva e migratoria della vita che si svolge sull’asse della longitudine del nostro pianeta. Il suo percorso è definito secondo gli studi nei campi della biologia, archeologia, antropologia, genetica e cultura.  Da Lio parte dal Capo della Buona Speranza, attraversa il continente fino al Corno d’Africa e prosegue per l’Arabia, la Turchia, i Balcani, l’Europa, attraversando le alpi verso il nord. Continuerà la sua spedizione toccando l’Artide e tentando di raggiungere l’area del polo nord magnetico. Continuerà attraversando le Americhe da nord a sud, dove vedrà la conclusione di questa grande esperienza.

Accompagnato da scienziati che arricchiscono e danno fondamento scientifico al progetto, Da Lio diventerà testimone anche della vita e cultura contemporanea nelle diverse regioni percorse. Il progetto coglierà una varietà di argomenti:

– i motivi della migrazione di un tempo e di oggi,

– fauna e flora nelle diverse zone climatiche,

– diversità ecologica e diversità antropologica,

– la cultura e le abitudini delle popolazioni e delle genti dei sentieri che si percorrono (confini, varietà di lingue, religioni, modi di spostarsi, modi di comunicare ecc.)

Pangea offrirà ai singoli la possibilità di pedalare assieme ad Alessandro Da Lio lungo la linea della migrazione.

Grazie ai nostri sostenitori.