Dal giorno 283 al giorno 287; Esseri umani, animali pericolosi …..?

Nella parte della Polonia che va dalla Puszcza Niepolomicka (la pianura di Cracovia), alla Puszcza BialowiesKa (la pianura a est di Bialystok a ridosso del confine con la Byelorussia), i pedali aiutano a farmi spaziare dal filo spinato dei recinti delle atrocità umane di Auschwitz ( Ozwiecim in polacco ) ai recinti di vita della Bialowyeza dove una sensibile e bella attenzione ha contribuito a conservare la specie praticamente quasi estinta del Bisonte Europeo.

E come si fa a parlare di Auschwitz, già con quello che sappiamo della sua storia e dopo averci messo piede la risulta è di una realtà che ammutolisce, toglie le forze, ti fa sentire lo stomaco sottosopra per tanta schifezza che pseudo esseri umani hanno protratto verso nostri simili.

????????????????????????????????????
????????????????????????????????????

Mi riconforto, con il bel suggerimento di Luca che mi aveva consigliato di trasferirmi più a est, per addentrarmi nella foresta della Bialowieza, dove è di casa il bisonte europeo. Dal 1915 ad oggi, un adeguata politica di conservazione della specie ha quintuplicato i capi.

Nella foresta invece, sono di casa tantissime altre specie, dalle Alci, alla lince, per non parlare dell’ampia varietà della fauna volatile.

Dai report attuali della rete e dai media locali, unica nota dolente, con le solite stupidità umane del bracconaggio; fortunatamente ci sono attivi consistenti fervori locali che cercano di contrastare il fenomeno.

Grazie Luca per l’indicazione e complimenti ai Bialowiezi, per la bella realtà di ecosistema che stanno preservando.

Si continua in direzione Baltici, ciao

 

Alessandro

Lascia un commento

Tutti campi sono obbligatori