Giorno 120: due ruote nel “rosa”…

30 agosto 2015 – Nakuru (Kenya)

Sono praticamente in mezzo alla Great Rift Valley, fra gli estesi versanti che la caratterizzano.

La nostra Pangea, qui tiene ancora, anche se ci sono due placche che sembra stiano litigando dato l’allontanamento dimostrato.

Ieri fin che pedalavo, mi era ritornato alla mente il film del 1982 Koyaanisqatsi, della transizione di vita, identificata da una accelerazioni delle sequenze della natura.

Pedalando nel mezzo della Great Rift Valley, a momenti mi sembrava di essere nella parte più alta e come in Koyaanisqatsi, mi sembrava di correre su di un’accelerazione di questo allontanamento, con la formazione dei vulcani, dei laghi, enormi quantità di uccelli e animali che migravano e che tornavano, quando c’era un ritorno alla normlità.

A Nakuru, c’è uno dei laghi, a cui anche l’unesco ha dato attenzione, sul controllo delle sistema delle acque dellaRift Valley, dove vivono milioni di Flamingo (Fenicotteri Rosa).

I laghi che si sono formati sono alimentati da vene che arrivano dal cratere ormai spento che racchiude un lago al suo interno e le acque che filtrano dal sottofondo sono ricche di calcio, cibo preferito dai flamingo, da cui non si staccano neanche a pagarli.

Lascia un commento

Tutti campi sono obbligatori