Giorno 137: “genti e pedali pianificanti”

16 settembre 2015 – da Arba Minch a Boditi – Addis Abeba (Etiopia)
Sorgere del sole sui pedali e determinata progressione in direzione nord, affrontando la strada che gradualmente mi porta in quota facendomi apprezzare in tutta la sua pienezza, il clima più fresco.
Anche se “bastonato dal caldo”, sono orgoglioso e contento del difficile risultato dei giorni scorsi, ottenuto attraversando il “piccolo inferno” dell’ area desertica del Turkana, continuata con l’inoltrarmi nella bellissima e difficile valle dell’Omo, per incontrare etnie che vivono caparbiamente molto radicate nelle loro origini.
Scusatemi se vi faccio partecipi, ma credo nell’alto valore dell’attenzione del pubblico;  sento la necessità di condividere con voi questi attimi di cui vado orgoglioso e che mi danno una notevole forza,  in cui dentro di me vivo questo momento tronfio dei risultati che iniziano a riempire il carnet dei sogni.
Risultati da tempo studiati sulla carta, attesi e adesso raggiunti passando fra molte difficoltà, e fra l’altro numerose delle quali non legate al mondo dei pedali. Al tempo stesso, capisco perfettamente siano di difficile comprensione nella loro tipicità, se non se non se ne è vissuto almeno un territoriale approccio in solitaria e in bici.
Dai faranji Alessandro, si continua a pedalare, rispondendo in continuazione al saluto delle operose genti dedite all’agricoltura e alla pastorizia, che richiamavano la mia attenzione per l’inusuale ospite di passaggio nelle loro strade..
L’attraversare nuovi contorni di natura e di situazioni non mi distoglie, anzi aiuta la mia attenzione nell’organizzare al meglio i prossimi giorni, densi di appuntamenti importanti, in primis l’incontrare in Addis Abeba la delegazione italo – etiope di ActionAid a cui tengo fuor misura.
Mi risulta impossibile descrivere, quello che sta passando per la mia mente, tanto è il groviglio dell’esploso di incastri di orari e date delle altre attività che dovrò svolgere in Addis Abeba, misti a contentezza e fatica muscolare per portarmi in quota.
Ciao a tutti,  assorto nella pianificazione, faranji stanco ma contento.

Lascia un commento

Tutti campi sono obbligatori