Giorno 173, “Strusci di confine”

23 ottobre 2015, Gondar – Shedidi (Etiopia)

Scendo dall’altopiano Etiope in direzione ovest.

Bel trasferimento, lungo intenso, con le gambe che girano alla grande, dopo il breve periodo da “ turista”.

Arrivo a Shedidi, stanco e non nelle migliori situazioni di accoglienza, sapete troppe armi non mi aiutano e vedo parecchie pattuglie militari indaffarate nei villaggi.

Le spiegazioni che ricevo alla sera, sono decisamente brutte, ascolto e deglutisco la terribile news,di una settimana prima in cui sono stati uccisi dai militari sudanesi, dieci agricoltori etiopi, che avevano oltrepassato il confine per trovare pascoli per il loro bestiame, e mi dicono che ogni tanto succede….; a voi i commenti.

Mi fermo in una, non so come definirla, ma vedo bene come sorta di locanda decisamente africana in tutti i suoi aspetti interni ed esterni, utilizzata da persone che lavorano nella zona, e durante la sacra birra, mi spiegano che stanno facendo una grossa campagna di prevenzione perché nella zona la polio ha superato i valori percentuali di allarme.

Direi ottimo; più il caldo umido, zanzare e l’alto rischio della malaria che qui è di casa , povertà e miseria omogeneamente diffuse e turisti qui non se ne vedono; forse mi sono ficcato in uno dei “cul de sac” del mondo.

Mi auguro almeno che in qualche maniera si capiscano, in modo da evitare morti frontaliere decisamente inutili.

Le genti di questa area vivono, e vincono una guerra con la quotidianità per mantenersi vivi; meritano solo tutto il meglio che non hanno potuto assaporare fino ad oggi.

Faranji toccato nel più sensibile, vi augura la miglior notte

Alessandro

Lascia un commento

Tutti campi sono obbligatori

  • matilde Scritto 3 anni fa.

    Sarebbe troppo bello un mondo senza armi… Lo vorrei anche senza soldi… Ma sono solo una sognatrice.
    Ti seguo sempre con piacere.
    Bacioni
    Matilde

    • Alessandro da Lio Scritto 3 anni fa.

      Grazie Matilde, ogni tanto qualche sogno si avvera; avanti sempre.
      Ciao, Alessandro