Giorno 31: pensieri nella notte…

31 Maggio 2015 – da Pretoria a Emalahleni

Tappa intensa da un punto di vista ciclistico, ma molto introspettiva dal punto di vista personale.
Pedalo, pedalo, e sento un rapporto diverso con quello che sto facendo.
E’ la prima volta che aumento il tempo per le iniziative personali, e solo da oggi comincio a sentirmi un po’ più addentro in un colloquio con l’ambiente che mi ospita. Sapete di quei colloqui, che all’inizio sembra di essere spaesati, e invece dopo un po’ apprezzi il sapore sotto la lingua di quel filino di esperienza in più che si sta facendo.
Partito tardi al mattino, in mente la mia quantità di chilometri giornalieri, arrivo col buio.

In centro alla Township, si ferma uno dei sfreccianti taxi comuni, e scende il signor Isaac, che si interessa alla mia posizione decisamente fuori luogo. Gli spiego, un paio di battute per ciascuno e gentilmente mi accompagna, tanto da farmi scendere dalla bici, e abbiamo coperto l’ultimo paio di km a piedi e nell’oscurità (io spingevo Andrea), con buoni scambi.
I pensieri della giornata, alla sera hanno come preso forma, adeguatamente conditi delle sensazioni.

Portate pazienza, non sono un campione che dopo qualche ora di spinte sui pedali, non arriva neanche stanco al traguardo, ma riguardo a me, adesso mi si chiudono gli occhi.
Ciao Notte

Alessandro

Lascia un commento

Tutti campi sono obbligatori