Grahamstown (Sudafrica)

La città di Grahamstown insieme con le vicine città di Alicedale e Riebeeck Oriente e i pittoreschi villaggi di Fort Brown, Salem, Sette Fontane e Sidbury compongono la Makana Comune in Eastern Cape, Sud Africa.
Questa regione fa ancheè compresa dal popolare itinerario “Frontier Country Route” – così chiamato perché era letteralmente il confine del 19° secolo, tra gli inglesi appartenenti alla Colonia del Capo e dei territori Xhosa: è stata infatti la scena del primo contatto, con gli scontri culturali, le incomprensioni e, inevitabilmente, il conflitto. Molto di ciò che è accaduto in questi luoghi ha contribuito ad delineare la situazione e la turbolenta storia multi-culturale del Sud Africa.

Grahamstown è stata fondata nel 1812 come avamposto militare dal tenente colonnello John Graham come parte dello sforzo per garantire la frontiera orientale di influenza britannica nel poi Colonia del Capo contro il Xhosa , le cui terre posare appena a est.
Il 22 Aprile 1819 un gran numero di guerrieri Xhosa, sotto la guida di Nxele (più noto con il nome di Makana ), ha lanciato un attacco contro le forze coloniali britanniche: questo è stato uno degli innumerevoli attacchi lanciati sulla colonia nascente dalle Xhosas predatori.
Nel corso della battaglia, gli inglesi stavano esaurendo le munizioni.
La leggenda narra di una donna di nome Elizabeth Salt che ha rischiato la sua vita nella battaglia: nascose le armi e le munizioni simulando il trasporto di un bimbo in fasce. I guerrieri Xhosa, popolo di grande onore e principi morali, erano riluttanti ad attaccare una donna con il suo bambino, le hanno permesso di passare riuscendo così a rifornire le truppe.
I Xhosas, con una forza di 10.000 uomini, riuscirono comunque a sopraffare la guarnigione coloniale di circa 300 uomini.

Oggi Grahamstown è la capitale dei “Settler Country”: gradevole cittadina universitaria, si trova esattamente nella parte sud-orientale della Repubblica Sudafricana ricca di begli edifici ed interessanti musei che raccontano l’epoca vittoriana vissuta dalla città.

Lascia un commento

Tutti campi sono obbligatori